CENNI DI DIDATTICA

Secondo la studiosa Maria Montessori l’adolescenza (età 12-18) è "il periodo più difficile della vita" caratterizzato da una vera e propria metamorfosi dei fanciulli sia dal punto di vista biologico che psichico. Essi attraversano un’età delicata ma decisiva nella formazione psicologica dell’essere umano. Se dall’esterno noi adulti osserviamo una semplice crescita fisica, in realtà, i nostri ragazzi sono dominati da nuove forze intrinseche, sentono la necessità di rafforzare la fiducia in se stessi e di costruire una nuova personalità sentendosi ancora fragili ed insicuri. Possiamo osservare nei nostri alunni di prima media già i primi “sintomi” di passaggio a questa fase delicata. Essi infatti, come afferma Maria Montessori, si stanno aprendo alla vita nei confronti della quale si pongono come “neonati sociali”; desiderano vivere esperienze, condividere attività di studio e di lavoro che siano però “lavoro vero e significativo” (come dice M. Montessori), che permettano loro di essere connessi alla vita reale e riconosciuti dalla società. 
L'idea con la quale viene realizzato il progetto "Coltiviamo insieme, dai!" è quella di un laboratorio a 360 gradi, un nuovo ambiente di apprendimento fuori dall'aula. I ragazzi ragionano sul da farsi, propongono idee, si suddividono compiti, osservano, ricercano, progettano, misurano, sperimentano in campo e altro.